Salta al contenuto principale
piazza Duomo commercio al dettaglio montagna neve

INSIEME,

troviamo soluzioni

 
comprimi barra di ricerca
 

Briciole di pane

Home / Legge di bilancio, le novità in ambito lavoro

Legge di bilancio, le novità in ambito lavoro

I principali interventi della manovra finanziaria nazionale

11/01/2022 da Ufficio stampa

Ammortizzatori Sociali

L’obiettivo della legge di Bilancio 2022 è garantire l’estensione delle tutele a tutti i lavoratori – sia in costanza di rapporto di lavoro che privi di occupazione.

Integrazione salariale - La riforma prevede un’estensione degli istituti di integrazione salariale ordinari e straordinari ai lavoratori di imprese attualmente non rientranti nelle tutele, quali gli apprendisti ed i lavoratori a domicilio. L’estensione riguarda anche le imprese con un solo dipendente. 

Viene modificata la disciplina del contributo addizionale a carico del datore di lavoro in caso di accesso ai trattamenti di integrazione salariale ordinari e straordinari. Le imprese fino a 5 dipendenti potranno usufruire di 13 settimane in un biennio mobile da finanziare con aliquota allo 0,50%, mentre le aziende con più di sei addetti potranno contare su 26 settimane di assegno ordinario di integrazione salariale con aliquota allo 0,80%.

A partire dal 1 gennaio 2022 viene previsto un unico massimale per le integrazioni salariali pari ad euro 1.199,72 lordi.

Viene eliminato il divieto di attività lavorativa durante la fruizione delle integrazioni salariali, prevista la sospensione dell’erogazione se il contratto di lavoro subordinato è inferiore a 6 mesi mentre se il contratto è superiore ai 6 mesi viene prevista l’interruzione.

Il riordino delle causali di intervento delle integrazioni salariali straordinarie, prevede l’estensione della causale della riorganizzazione aziendale alle imprese che presentino specifici programmi finalizzati a realizzare processi di transizione concordati con il Ministero del Lavoro e dello Sviluppo Economico, con l’obiettivo di garantire il recupero occupazionale e un innalzamento delle competenze dei lavoratori tramite percorsi di riqualificazione professionale.

Inoltre nelle aziende con più di 15 addetti che richiedono la cassa integrazione straordinaria con causale riorganizzazione aziendale o crisi aziendale, potrà essere previsto un ulteriore periodo di cigs, per un massimo di 12 mesi non prorogabili, finalizzato a sostenere le transizioni occupazionali. I lavoratori in questo caso avranno accesso al Programma GOL (Garanzia di Occupabilità dei Lavoratori).

I lavoratori beneficiari di integrazioni salariali sono tenuti a partecipare a misure di intervento di carattere formativo o di riqualififìcazione, anche attraverso i Fondi interprofessionali. Per la macata partecipazione a tali misure di intervento sono previste sanzioni.

Fondi di Solidarietà - L’estensione delle integrazioni salariali ordinarie e straordinarie previste dalla normativa riguarda anche i Fondi bilaterali che si dovranno adeguare entro il 31 dicembre 2022. Si precisa che il Fondo di Solidarietà del Trentino, attraverso l’Accordo sindacale sottoscritto nel 2018, già prevede tale estensione.

La mancata contribuzione ai Fondi bilaterali rende impossibile il rilascio del DURC.

Naspi - La copertura Naspi viene estesa anche agli operai agricoli a tempo indeterminato delle cooperative e dei consorzi che trasformano, manipolano e commercializzano prodotti agricoli e zootecnici prevalentamente propri o conferiti dai loro soci.

Inoltre al 1 gennaio 2022 la Naspi si ottiene anche in assenza del requisito dei 30 giorni di lavoro nell’ultimo anno.

Inoltre viene prevista una riduzione del 3% ogni mese a decorrere dal 6^ mese invece che, come attualmente previsto, dal quarto mese (per i lavoratori over 55 tale riduzione decorre dall’ottavo mese).

Dis Coll - Dal 1 gennaio 2022 viene prevista una riduzione del 3% a decorrere dal sesto mese di fruizione (anzichè dal quarto come attualmente previsto). Sarà corrisposta mensilmente per un numero di mesi pari ai mesi di contribuzione versati nel periodo dal 1 gennaio dell’anno precedente l’evento di cessazione del lavoro fino al predetto evento. La durata massima è di 12 mesi e per i periodi di fruizione dell’indennità viene prevdista la contribuzione figurativa.

Contratto di Espansione - viene prorogato per il 2022 ed il 2023 , consente l’esodo anticipato di 5 anni ed è  applicabile a tutte le imprese che occupano più di 50 dipendenti.

Assunzioni agevolate 

Assunzione di lavoratori provenienti da aziende in crisi -  Previsto un nuovo esonero contributivo al 100% per chi assume con contratto di lavoro a tempo indeterminato lavoratori subordinati, di qualsiasi età anagrafica, provenienti da imprese in crisi per le quali sia aperta una trattativa presso il Ministero dello Sviluppo Economico

Assunzione di lavoratore in CIGS - Ai datori di lavoro privati che assumono lavoratori in Cigs con accordo di transizione occupazionale, viene riconosciuto un contributo mensile pari al 50% dell’ammontare del trattamento di integrazione salariale straordinaria che dovrebbe essere corrisposto al lavoratore, per un massimo di 12 mesi. Per beneficiale di tale agevolazione l’impresa, nei sei mesi precedenti, non dovrà aver fettettuato licenziamenti individuali per giustificato motivo oggettivo o licenziamenti collettivi nella stessa unità produttiva.

Agevolazioni apprendistato - Nell’anno 2022, per i conratti di apprendistato di primo livello (duale) viene riconosciuto ai datori di lavoro che occupino un numero di addetti pari o fino a 9, viene riconosciuto uno sgravio contributivo pari al 100% per un massimo di 36 mesi.

È possibile inoltre assumere con contratto di apprendistato professionalizzante, senza limiti di età, lavoratori in Cigs aderenti ad un accordo di transizione occupazionale.

Apprendistato professionalizzante per i lavoratori sportivi - La manovra finanziaria riduce il limite massimo di età per le società e associazioni professionistiche che assumono lavoratori in apprendistato professionalizzante. Pertanto i contratti di apprendistato professionalizzante per i lavoratori sportivi potranno essere attivati entro il giorno precedente al compimento dei 24 anni.

Agevolazioni per lo sviluppo dello Sport - Previsto l’esonero anche parziale, dal versamento dei contributi previdenziali a carico delle federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate, enti di promozione sportiva, associazioni e società sportive dilettantistiche, con esclussione dei premi e dei contributi INAIL, in riferimento ai rapporti di lavoro sportivo attivati con atleti, allenatori, direttori tecnici, istruttori, direttori sportivi preparatori atletici e direttori di gara.

Altre agevolazioni

Agevolazioni contributive a favore delle lavoratrici madri -  Per l’anno 2022, in via sperimentale, è prevista una riduzione al 50% dei contributi previdenziali a carico delle lavoratrici madri del settore privato, per un periodo massimo di un anno,a decorrere dal rientro al lavoro dopo la fruizione del congedo obbligatorio di maternità.

Parità di Genere - Viene incrementato il Fondo per il sostegno alla parità salariale di genere. Il Fondo consentirà alle Imprese  con meno di 50 addetti di accedere ai mecccanismi premiali previsti dalla legge 162/2021, che ha introdotto la certificazione della parità di genere. Sono inoltre previsti percorsi di formazione finalizzate all’ottenimento della cerificazione della parità di genere.

Sostegno alla maternità per le lavoratrici autonome -  A favore delle lavoratrici autonome e in collaborazione coordinata e contributiva, commercianti, artigiane ed imprenditrici agricole, viene incrementata di tre mesi (dal terzo mese dopo il parto) la durata dell’indennità di maternità.

Tale intervento prevede che il reddito della richiedente sia inferiore a 8,145 euro, riferiti all’anno precedente la domanda.

Congedo di paternità -  Viene confermato e reso strutturale il congedo di paternità obbligatorio e retribuito di 10 giorni e facoltativo di un giorno.

Altri interventi

Tirocini extracurriculari

Al fine di contrastare gli abusi nell’attivazione di tirocini extracurriculari, entro 180 giorni dall’entrata in vigore della legge, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano dovranno concludere con il Governo, in Conferenza Stato - Regioni, un Accordo che preveda la definizione di linee guida in materia di tirocini diversi da quelli curriculari.

Reddito di Cittadinanza

Viene confermato per il 2022 ed il 2023. La normativa interviene prevalentemente sul contrasto alla non accettazione delle opportunità lavorative. La richiesta di Reddito di Cittadinanza che viene presentata all’Inps equivale alla Dichiarazione di Immediata Disponibilità al lavoro che automaticamente viene trasmessa all’ANPAL (Agenzia Nazionale per le Politiche Atti ve del Lavoro). Il Reddito di Cittadinanza verrà revocato al secondo rifiuto di una congrua offerta di lavoro.

Dal 1° gennaio 2022 interviene anche la riduzione dell’importo mensile a partire dal 6^ mese, esclusi i nuclei familiari in cui sono presenti minori di tre anni o con disabilità grave o non autosufficienza.

Informazioni
Servizimprese srl (tel. 0461/880349)