Salta al contenuto principale
foto4

foto2

foto3foto1

INSIEME,

troviamo soluzioni

 
comprimi barra di ricerca
 

Briciole di pane

Home / DL Rilancio: contributi a fondo perduto anche senza calo di fatturato

DL Rilancio: contributi a fondo perduto anche senza calo di fatturato

Fugatti ha comunicato all'Agenzia delle Entrate che a gennaio 2020 il Trentino era ancora in stato di emergenza post Vaia

06/08/2020 da Comunicazione

Il D.L. Rilancio (art. 25 del Dl n. 34 del 19 maggio 2020), al fine di fornire un parziale ristoro per la diminuzione di fatturato conseguente alle misure volte al contenimento  della pandemia, ha introdotto a favore degli operatori economici il “contributo a fondo perduto”, che consiste nell’erogazione di una somma di denaro senza obbligo di restituzione.

Il contributo spetta ai titolari di partita Iva che esercitano attività d’impresa e di lavoro autonomo o che sono titolari di reddito agrario, che nel 2019 hanno conseguito un ammontare di ricavi e compensi non superiore a 5 milioni di euro.

L’Agenzia delle Entrate, con successivi provvedimenti e circolari (provvedimento 10.6.2020 e circolari n. 15/2020 e n.22/2020), ha chiarito che il per beneficiare del contributo è necessario, inoltre, soddisfare una delle tre seguenti condizioni:

  • aver avuto un ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2020 inferiore ai due terzi dell’ammontare del mese di aprile 2019

  • aver iniziato l’attività dopo il 31 dicembre 2018

  • avere il domicilio fiscale o la sede operativa situati nel territorio di Comuni colpiti da eventi calamitosi, i cui stati di emergenza erano in atto alla data del 31 gennaio 2020.

Con la presente intendiamo evidenziare che con nota di data 5.8.2020 (allegata alla presente) Il Presidente della Provincia ha notificato all’Agenzia delle entrate che lo stato di emergenza provinciale vigeva per tutti i comuni della Provincia Autonoma di Trento alla data del 31.01.2020.

A seguito di tale comunicazione  tutti i soggetti titolari di partita Iva (che esercitano attività d’impresa e di lavoro autonomo o che sono titolari di reddito agrario), possono effettuare la domanda di contributo a fondo perduto ai sensi dell’art. 25, D.L. 34/2020, anche se non hanno subito alcun calo di fatturato nel periodo aprile 2020.

Ricordiamo agli associati, aventi diritto, che possono richiedere il bonus con apposita istanza, da presentare esclusivamente in via telematica sino al 13 agosto 2020 (termine stabilito a pena di inammissibilità della domanda).

Nel caso in cui il soggetto richiedente sia un erede che continua l’attività per conto del soggetto deceduto, le domande possono essere inviate sino al 24 agosto 2020.

 Allegato: nota del Presidente della Provincia