Salta al contenuto principale

INSIEME,

troviamo soluzioni

comprimi barra di ricerca
 

Briciole di pane

Home / Nuovi adempimenti per i produttori e distributori all’ingrosso di materiali ed oggetti a contatto con gli alimenti (MOCA)

Nuovi adempimenti per i produttori e distributori all’ingrosso di materiali ed oggetti a contatto con gli alimenti (MOCA)

Entro il 31 luglio obbligo di registrazione presso l’Azienda Sanitaria di Trento

13/07/2017 da Ufficio Legislativo

Si ritiene utile informare che in base all’articolo 6 del decreto legislativo n. 29/2017, recante le sanzioni per la violazione delle disposizioni contenute nel Regolamento CE 1935/2004 e in altri provvedimenti normativi che disciplinano i materiali e gli oggetti destinati a venire a contatto con prodotti alimentari e alimenti (MOCA), gli operatori economici del settore dei materiali ed oggetti destinati a venire a contatto con gli alimenti devono comunicare all’autorità sanitaria territorialmente competente gli stabilimenti che eseguono le attività riguardanti i MOCA (es. produzione, deposito, trasformazione e distribuzione all’ingrosso).

Tale obbligo permetterà di creare un’anagrafica nel settore dei MOCA al fine di consentire alle autorità sanitarie di svolgere attività di controllo ufficiale dei MOCA.

 

OPERATORI INTERESSATI

Sono interessati da questo obbligo, oltre ai produttori, gli operatori della distribuzione all’ingrosso di materiali e oggetti destinati a venire a contatto con gli alimenti quali a titolo esemplificativo e non esaustivo:

- utensili da cucina e da tavola, stoviglie, pentole, posate, piatti, bicchieri spatole, palette, cucchiaini;

- imballaggi e materiali di imballaggio (pellicole, fogli, imballaggi vari, sacchetti, tappi, supporti metallici,  film e pellicole di confezionamento);

- imballaggi e contenitori in plastica;

- recipienti e contenitori (coppe, vassoi, vaschette, secchi);

- macchinari e impianti industriali;

- macchinari ed attrezzature per la trasformazione degli alimenti.

 

MODALITÀ DI COMUNICAZIONE

In provincia di Trento la comunicazione va inoltrata, utilizzando l’apposita modulistica, all’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari – Dipartimento di Prevenzione U.O Igiene e Sanità Pubblica.

Il modulo prevede una sezione anagrafica ed una sezione dove vanno riportate:

- la tipologia di attività (produzione; deposito, trasformazione e distribuzione all’ingrosso);

- la sede operativa di svolgimento dell’attività;

- la tipologia dei MOCA (quali ad esempio: materie plastiche, gomma, vetro, metalli, adesivi, carta e cartone, inchiostri da stampa, cellulosa rigenerata; siliconi; prodotti tessili; vernici e rivestimenti; cere; legno; ecc.).

La comunicazione compilata e firmata dal titolare/legale rappresentante può essere consegnata personalmente agli uffici preposti oppure può essere spedita, con allegato un documento di identità del sottoscrittore:

- a mezzo pec all’indirizzo igienepubblica@pec.apss.tn.it oppure
- a mezzo fax al numero 0461 904697

 

SCADENZE E SANZIONI

Gli operatori che non adempiono all’obbligo di comunicazione sono assoggettati alla sanzione amministrativa pecuniaria del pagamento di una somma da € 1.500,00 a € 9.000,00.

Per le imprese esistenti la scadenza è fissata al 31 luglio 2017.

Per le nuove imprese la comunicazione deve essere fatta contestualmente all’inizio dell’attività

 

SCARICA IL MODULO

LEGGI LA CIRCOLARE DEL MINISTERO

 

INFORMAZIONI

Ufficio legislativo, dott.ssa Mila Bertoldi (tel. 0461/880326 - email mila.bertoldi@unione.tn.it)
Associazione Grossisti e PMI, Massimo Caldera (tel. 0461/880417 - email ingrosso@unione.tn.it)